Debiti fino a 20mila euro: 
Equitalia “snellisce” le procedure
Elevata da 5 a 20 mila euro la soglia di debito
per la quale è possibile richiedere la rateazione con una semplice richiesta che
attesta una temporanea difficoltà economica
 Equitalia, in considerazione del periodo di
difficoltà economica che attraversa il Paese, semplifica le procedure per
ottenere la rateizzazione dei debiti fino a 20mila euro.
Con la 
direttiva di
gruppo odierna vengono impartite istruzioni alle società partecipate per
agevolare i contribuenti che vogliono rateizzare il loro debito nei confronti
del Fisco.
Passa da 5mila a 20mila euro di debito la soglia entro la
quale è possibile ricorrere alla procedura agevolata. Per accedervi il
contribuente dovrà presentare solo una richiesta motivata da una temporanea
difficoltà economica, senza dover allegare alcuna documentazione comprovante le
sue affermazioni.
Anche il numero massimo di rate mensili concedibili, per i
debiti entro i 20mila euro, viene elevato a 48 mantenendo in 100 euro l’importo
minimo di ciascuna rata, salvo che per particolari situazioni di maggiore
difficoltà che verranno valutate di volta in volta.
Anche per le aziende
che attraversano un periodo critico vengono introdotte dalla stessa direttiva
importanti novità. L’indice alfa, che unitamente all’indice di liquidità,
rappresenta uno dei parametri per la concessione della rateazione, servirà ora
solamente per determinare il numero massimo di rate che possono essere
accordate.
 


Comments


Comments are closed.